Perché in Pakistan?

Nel mondo occidentale è diffusa l’idea che in Pakistan le famiglie non desiderino mandare le figlie a scuola. In realtà la maggioranza delle famiglie pakistane, a patto che la scuola sia sufficientemente sicura e vicina e che le insegnanti siano donne, comprende l’importanza dell’istruzione sia per i figli che per le figlie; sanno bene che l’istruzione è l’unica vera strada per uscire dalla povertà. Eppure il Pakistan vive una crisi del sistema educativo che impedisce a milioni di famiglie di mandare i propri figli a scuola e a milioni di bambini di ricevere un’istruzione.

La drammatica condizione del sistema scolastico pakistano è stata largamente documentata:

  • Il Pakistan è il sesto paese più popoloso al mondo, ma ha uno dei peggiori record a livello mondiale in termini di istruzione della propria gioventù1.
  • Il problema è destinato ad aggravarsi: dai dati UNICEF, infatti, emerge che la crescita demografica annua del Pakistan tra il 2012 e il 2030 sarà dell’1,4% contro quella italiana che è prevista dello 0,0%2.
  • Secondo l’UNICEF, a causa di un sistema d’istruzione pubblico gravemente inadeguato, ben 9,4 milioni di bambini non vanno a scuola3.
  • Il governo del Pakistan spende per l’istruzione solo il 2,4% del PIL, mentre, ad esempio, in Messico per la medesima causa viene investito il 5,3% o in Nepal il 4,7%. Il Pakistan occupa quindi il posto 161, su 173 paesi considerati a livello mondiale in base alla spesa sostenuta per l’istruzione pubblica4.
  • Il sistema scolastico statale presenta gravi lacune: il 10,9% delle scuole non sono costruite adeguatamente; il 37,7% non ha un giardino esterno, il 33,9% non ha acqua potabile e il 59,6% non ha elettricità. Inoltre è ricorrente l’assenteismo fra gli insegnanti5.
  • 7,3 milioni di bambini in Pakistan, di età fra i 6 e gli 11 anni, non frequentano la scuola elementare6.
  • Il Pakistan è secondo solo alla Nigeria nel numero di bambini dai 6 fino agli 11 anni che invece di essere a scuola lavora o è per strada7.
  • Nel 2013 in Pakistan ci sono ancora 57 milioni di adulti analfabeti, quasi un terzo della popolazione totale di 193 milioni. L’analfabetismo in Pakistan è al 45%8.
  • Come evidenziato dall’UNICEF, tutti i Paesi con un tasso di analfabetismo superiore al Pakistan sono in uno stato di guerra o sono recentemente stati rappacificati9.
  • Sono le donne pakistane, in particolar modo, i soggetti che hanno meno accesso alle scuole. Il 56% della popolazione femminile in Pakistan sopra i 10 anni è analfabeta, contro il 31% della popolazione maschile10.
  • L’analfabetismo è particolarmente accentuato nelle zone rurali: le scuole non esistono, sono troppo lontane o non sono considerate sufficientemente sicure perché i genitori mandino le figlie a scuola11.

perché in Pakistan_

  1. UNICEF: giugno 2013: “The State of the World’s Children“, p. 13
  2. Idem, pp. 42-43
  3. UNICEF: giugno 2013: “Global Initiative on Out of School Children“, p.15
  4. The CIA World Factbook. Country Comparisons – Education Expenditures
  5. Pakistan Economic Survey, 2009-10
  6. Unesco, 2011, Education for All Global Monitoring Report”, p. 41
  7. Ivi
  8. CIA World Factbook
  9. Unesco, 2011, “The Hidden Crisis: Armed Conflict and Education”, pp. 28-29.
  10. United Nations, 2013, “Why Pakistan Needs a Literacy Movement“, p. 12.
  11. Idem, pp. 12-13.