Perché l’istruzione femminile?

Perché l’istruzione femminile è così importante nel modello di TCF?

Istruire significa fornire all’individuo gli strumenti necessari per sviluppare le proprie qualità e capacità per vivere dignitosamente e in modo attivo nella società. Sfortunatamente, secondo gli ultimi dati dell’UNESCO¹, ancora oggi 774 milioni di adulti non sono in grado di leggere o scrivere e di questi due terzi sono donne.

Istruire per essere protagoniste della propria vita

Istruire per essere protagoniste della propria vita

Le conseguenze dell’analfabetismo femminile

Le conseguenze sono rilevanti, la donna analfabeta è vittima di gravi forme di ingiustizia. Nell’ambito familiare è costretta ad una subordinazione totale, alla sua famiglia prima e a suo marito poi. Relegata a svolgere le faccende domestiche e alla cura dei figli, svolge un lavoro spossante e non retribuito.

 

Istruire per abbattere le discriminazioni

L’istruzione femminile è anzitutto una sfida contro le discriminazioni, è lo strumento per migliorare i diritti delle donne, del presente e delle generazioni future, che vivono in società dove le disuguaglianze di genere sono ancora fortemente presenti.

Numerosi sono gli esempi che mostrano come l’istruzione femminile dia la possibilità alle donne di diventare protagoniste della propria vita, migliorando sia la condizione delle proprie famiglie sia quella della società.

 

Istruire per trasmettere il valore del rispetto

Sfruttando la centralità del ruolo materno, la donna istruita ha l’opportunità di incidere positivamente sui propri figli educandoli al rispetto e all’uguaglianza.

 

Istruire per migliorare le condizioni di vita dei bambini

Nelle famiglie in cui la madre ha ricevuto un’istruzione le risorse destinate ai bambini sono maggiori rispetto a quelle delle famiglie in cui la donna è analfabeta. Inoltre, il tasso di sopravvivenza, lo stato nutrizionale dei bambini, nonché la loro frequenza scolastica sono notevolmente maggiori.

 

Istruire per aprire la strada all’educazione delle bambine

L’istruzione delle madri apre la strada all’educazione delle figlie che, una volta cresciute, diventeranno esse stesse donne e madri propense a mandare i propri figli a scuola.

 

Voglia di imparare!

Voglia di imparare!

Istruire per essere protagoniste della propria vita

Anche dal punto di vista sociale l’istruzione femminile comporta numerosi benefici. Le donne istruite hanno una probabilità maggiore di avere delle opportunità di lavoro e di guadagno pari agli uomini.

 

Istruire per essere agenti di un cambiamento positivo della società

Le donne istruite partecipano più attivamente alla vita politica incidendo in particolare sulla distribuzione egualitaria delle risorse e sulla promozione di fondi per l’infanzia.

In conclusione, si può affermare che l’educazione femminile è certamente uno dei mezzi per creare una società equa, tollerante e in cui le responsabilità sono condivise.

 

  1. Unesco Institut for Statistic: Fact sheet, adult and youth literacy, september 2013