Notizie e aggiornamenti

sul mondo della nostra organizzazione

Vocational Training Programme: la formazione professionale nelle scuole TCF

Nei giorni della Global Chapter Conference 2017, che raduna a Karachi gli esponenti dei vari gruppi nel mondo che sostengono TCF, la fondazione annuncia proprio in questa sede una delle sue importanti novità: il Vocational Training Program. Di che cosa si tratta esattamente? Scopriamolo insieme.

Oltre a promuovere l’istruzione per i più svantaggiati, TCF ha avviato programmi di sviluppo per le comunità e i villaggi in cui realizza le proprie scuole, in collaborazione con diverse associazioni non governative e no profit.

Con questo fine è stata quindi creata la Community Development Unit (CDU) che gestisce ad esempio i programmi di alfabetizzazione per adulti (Aagahi, scopri di più qui), la creazione di impianti per la purificazione dell’acqua e quindi l’avviamento professionale specializzato.

Nei prossimi due anni più di 110 insegnanti seguiranno la formazione professionale delle donne di queste comunità, permettendo così a questi piccoli villaggi di diventare micro centri di produzione, attuando una crescita non solo professionale, ma anche personale ed economica.

Shakeela Abbasi, una delle donne coinvolte nel progetto afferma:

“Prima di iniziare non sapevo neanche attaccare un bottone, ora ho imparato a ricamare con diverse tecniche. In futuro vorrei diventare a mia volta insegnante trainer.”

La Presidente dell’Associazione Kaus-e-Kazah, che collabora con TCF al progetto, Fauzia Moghees racconta:

“La partnership con TCF ci ha permesso di istituire questi corsi professionali in 8 campus scolastici. Dato l’elevato numero di richieste, la selezione degli studenti è durata 6 mesi. I mestieri proposti sono: design, cucito, alta sartoria, ricamo a mano e a macchina, lavoro a maglia e produzione di giocattoli. Ogni allieva è stata addestrata a queste competenze e per diventare a sua volta docente in futuro. La seconda fase del progetto prevede l’apertura di 24 nuovi centri. Il 40% del ricavato dai manufatti servirà per l’acquisto dei materiali e di macchinari, mentre il rimanente 60% viene destinato alle lavoratrici, che verranno poi formate per la vendita in mercati e fiere.”

L’avviamento professionale specializzato nei villaggi riguarda il futuro e lo sviluppo dell’intera comunità: ogni donna così formata può contribuire attivamente al sostegno economico della propria famiglia, applicare le sue capacità a nuovi ambiti e rivestire un ruolo di crescita positiva e significativa per tutti.

A breve vi aggiorneremo su tutte le altre importanti novità della Global Conference! Continuate a seguirci anche sui nostri social Facebook e Twitter!

Se vuoi scoprire di più sul Vocational Training Programme guarda questo video.