Art for Education 2018

Art for Education
Artisti Contemporanei dal Pakistan

Per la prima volta in Italia l’arte pakistana contemporanea,
in una mostra collettiva a sostegno dell’istruzione femminile

17 ottobre – 25 novembre 2018
Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano

INAUGURAZIONE 16 OTTOBRE 2018 ORE 18.30

La onlus Italian Friends of The Citizens Foundation TCF e il Museo Diocesano Carlo Maria Martini presentano Art for Education: Artisti Contemporanei dal Pakistan, la prima mostra collettiva di arte contemporanea pakistana in Italia, ospitata dal Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano e nata per sostenere, attraverso il linguaggio universale dell’arte, The Citizens Foundation, l’organizzazione pakistana non governativa, laica e senza scopo di lucro che dal 1995 promuove l’istruzione femminile di qualità in Pakistan.

L’esposizione, organizzata in partnership con il Museo Diocesano Carlo Maria Martini, è curata da Salima Hashmi, artista, critica e intellettuale tra le personalità più influenti in Pakistan, e da Rosa Maria Falvo, critica e scrittrice italo-australiana. In mostra oltre 50 artisti pakistani – tra nomi affermati e conosciuti a livello internazionale e artisti emergenti, selezionati attraverso un concorso indetto da Italian Friends of TCF lo scorso anno. Molti di questi artisti conoscono e sostengono The Citizens Foundation da tempo e proprio per questo ognuno di loro ha deciso di donare la propria opera in occasione della mostra, con l’obiettivo di raccogliere fondi a favore della ONG pakistana.

Tema cardine del progetto è quello da cui prende il titolo la mostra stessa, Art for Education: l’istruzione infatti è il motore che muove l’attività di The Citizens Foundation, ma rappresenta anche un valore universale di crescita individuale e collettiva. Istruzione e creazione artistica riflettono il sostrato culturale del Pakistan e sono da sempre strettamente connessi. Molti degli stessi artisti presenti in mostra infatti, sono o sono stati docenti, diventando dei veri e propri mentor per i loro studenti anche al di fuori delle aule universitarie, a dimostrazione che l’arte può riflettere esigenze e critiche della società e farsene portavoce.

In occasione dell’apertura della mostra, il giorno 17 ottobre alle 18.30 presso il Museo Diocesano, le curatrici Salima Hashmi e Rosa Maria Falvo terranno un dialogo sull’arte pakistana contemporanea. A completare l’approfondimento sulla mostra, un incontro il giorno 20 novembre alle 18.30 presso il Museo Diocesano farà un focus: “Le donne del Pakistan: contesto, espressioni, trasformazioni” con le esperte Elisa Giunchi (Università degli Studi di Milano) e Anna Vanzan (Università degli Studi di Milano e di Pavia).

Gli artisti pakistani affrontano temi dibattuti e comuni al sentire contemporaneo attraverso il loro particolare punto di vista e la sensibilità di chi sperimenta ogni giorno cosa significa vivere in Pakistan. A differenza di come l’opinione dominante dipinge il paese, il Pakistan è interessato da un grande fermento culturale e artistico che convive con una storia contraddittoria e gravosa fatta di divisioni, dittatura e di quel “sogno musulmano” che ha trasformato la capitale industriale Karachi in una delle metropoli più multietniche e popolose del pianeta con i suoi 23,5 mln di abitanti.

La curatrice Salima Hashmi ci restituisce una fotografia precisa e stimolante dell’arte pakistana oggi affermando: “It’s odd that the worse things are, the better art becomes” (È strano come più le cose peggiorino, migliore diventi l’arte). L’arte pakistana ha a che fare strettamente con la libertà artistica e individuale e con la possibilità di esprimersi pur in condizioni non sempre favorevoli al libero pensiero. È un’arte sussurrata e raffinata, fortemente simbolica ed evocativa che rispecchia e sottintende le incoerenze della società attuale. Allo stesso tempo è rivoluzionaria perché sa parlare sottovoce ma in maniera potente, proiettandosi oltre i propri confini, conservando idealismo, passione e celebrando le tradizioni della sua terra.

Mostra Art for Education Artisti Contemporanei dal Pakistan

Art for Education: Artisti Contemporanei dal Pakistan
a cura di Salima Hashmi e Rosa Maria Falvo
17 ottobre – 25 novembre 2018
Milano, Museo Diocesano Carlo Maria Martini (ingresso da piazza Sant’Eustorgio 3)
Inaugurazione 16 ottobre 2018 ore 18.30 (ingresso libero su prenotazione art4edu@italianfriends-tcf.org)

Orari: da martedì a domenica dalle 10 alle 18. Chiuso lunedì (eccetto festivi)
La biglietteria chiude alle ore 17.30

Biglietti Museo Diocesano + mostra
Intero: 8 euro
Ridotto individuale: 6 euro

Informazioni: tel. 02.89420019; info.biglietteria@museodiocesano.it

Scarica il comunicato stampa
Scarica l’invito

Salima Hashmi è una delle più influenti e rispettate scrittrici e curatrici in Pakistan. È stata decana della School of Visual Arts alla Beaconhouse National University a Lahore e prima ha insegnato per trent’anni al National College of Arts sempre a Lahore, come docente di Belle arti e preside del college.
Ha curato molte mostre di arte contemporanea e di tessuti tradizionali in Pakistan e all’estero, tra cui Hanging Fire per l’Asia Society Museum di New York nel 2009. Inoltre è lei stessa una pittrice e le sue opere sono state esposte in differenti occasioni.
Ha fondato la galleria Rohtas ad Islamabad nel 1981 e successivamente a Lahore nel 2001.
Ha all’attivo numerose pubblicazioni tra cui Unveiling the Visible: Lives and Works of Women Artists of Pakistan del 2002 e The Eye Still Seeks Pakistani Contemporary Art pubblicato per Penguin Books India nel 2014.
È membro della Human Rights Commission del Pakistan e il governo pakistano l’ha premiata con il Pride of Performance for Art Education nel 1999. Nel 2011 l’Australian Council of Art and Design Schools (ACUADS) l’ha nominata membro internazionale per il suo impegno nell’educazione nel campo dell’arte e del design. È stata premiata nel 2016 con l’Alma Award dall’Alma Culture Center di Oslo, per la promozione della tolleranza attraverso il linguaggio dell’arte. Inoltre ha ricevuto sempre nel 2016, la laurea Honoris Causa in arte ed educazione dalla University of Bath Spa, UK.

Rosa Maria Falvo, scrittrice Italo-australiana, esperta e curatrice indipendente, specializzata in arte contemporanea dell’area Asia-Pacifico, editor della casa editrice Skira.
Laureata con lode in letteratura inglese presso la Monash University di Melbourne, ha studiato anche Storia dell’Arte all’Università di Perugia. Viaggia in tutto il mondo, lavora a stretto contatto con artisti, scrittori, galleristi, collezionisti, fondazioni e numerose istituzioni, curando l’ideazione, la produzione e la promozione di progetti editoriali ed espositivi.
È particolarmente interessata al valore dell’arte come veicolo culturale di educazione, scambio e crescita.
Partecipa regolarmente alle principali fiere di arte contemporanea, come la Chobi Mela International Photo Festival e la Dhaka Art Summit in Bangladesh. E’ spesso relatrice ospite di istituzioni prestigiose, tra cui, Soros Foundation Almaty, Fotografie Museum Amsterdam, Foreign Correspondents’ Club Tokyo, Shanghai & Beijing M LiteraryFestivals, India Art Fair Delhi, National Geographic Washington D.C., Prince Claus Fund Amsterdam, University of Oxford Centre for Islamic Studies (OCIS), University of Oxford Brasenose College, American Institute of Architects New York, The Photographers’ Gallery London, 21,39 Jeddah Arts, Nanjing International Art Festival, Milan Design Week, Art Dubai, e così via.
Ha curato numerosi libri d’arte e svariate mostre sull’arte contemporanea dell’Asia Pacifico, tra le quali “Est di Niente: Contemporary Art from post-Soviet Asia” (Torino 2009), “Rashid Rana” (Chatterjee & Lal/Chemould Mumbai 2010); “Faiza Butt: Pehlwan” (Grosvenor Gallery London 2010); “Shifting Ground: Naiza Khan and Faiza Butt” (Rossi & Rossi Hong Kong 2011); “Shahidul Alam: My Journey as a Witness” (Wilmotte Gallery London 2011); “Fahd Burki” (Grey Noise Gallery Dubai 2013); “Lifeblood: Photographers in Bangladesh” (Dhaka Art Summit 2014); Luciano Benetton’s Imago Mundi Oceania Collections (Australia 2015; New Zealand 2016; Netherlands 2016; Fiji & Solomon Islands 2018)
Rosa è membro del comitato consultivo per:
PCF Awards Prince Claus Fund ad Amsterdam, Paesi Bassi;
Augmenta Art Fund a Parigi, Francia;
VASL Artists’ Association a Karachi, Pakistan

EVENTI ORGANIZZATI
Dialogo sull’arte pakistana contemporanea | 16 novembre 2017 | Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano

Il primo appuntamento di presentazione del progetto e annuncio dei vincitori del Concorso per Artisti Emergenti Pakistani si è svolto il 16 novembre 2017 presso il Museo Diocesano, con la partecipazione di Faiza Butt, una delle maggiori artiste pakistane contemporanee, Rosa Maria Falvo, critica e scrittrice italiana, co-curatrice della mostra, e Adriana Polveroni, direttore artistico di ArtVerona, che modera l’incontro. Scopri di più qui. | Scarica il Comunicato Stampa (pdf)

“EAST MEETS WEST” | 17 maggio 2018 | Museo Poldi Pezzoli | Milano

East meets West Poldi Pezzoli 17 maggio

Nell’ambito della mostra Art for Education, Artisti Contemporanei dal Pakistan, IFTCF con il sostegno di Banco BPM presenta l’incontro EAST MEETS WEST il 17 maggio 2018 ore 18.30 presso il Museo Poldi Pezzoli (Via A. Manzoni, 12 Milano).

Con la moderazione di Matteo Bergamini, Direttore Exibart, gli artisti emergenti pakistani Amber Hammad, Mahbub Jokhio, Unum Babar e Matt Kushan e gli artisti mentor Letizia Cariello, Cesare Pietroiusti e Tobia Ravà dialogheranno sulla residenza artistica “Poggio Verde”  

Scopri di più quiScarica il Comunicato Stampa (pdf)